Oltre il Carcere – Made in Jail

“Nei primi anni Ottanta, assieme ad altri detenuti a Rebibbia iniziammo a stampare e vendere t-shirt con l’aiuto del quotidiano Il Manifesto dal carcere al mondo esterno. Ritornare in carcere da ex detenuto, nel nuovo ruolo di insegnate fu appassionante. Mi chiedevo se il carcere, in carcere, la fantasia, la creatività, l’immaginazione, potessero essere anestetizzanti dall’oggettiva avvilenza, dall’impossibilità di autodeterminare un solo giorno della propria esistenza. Mi chiedevo se il carcere potesse produrre altro da sè.”

Silvio Palermo
(Fondatore di Made in Jail)

 

Abbiamo incontrato Fabio Di Pietro, Vice Presidente di Made in Jail, per raccontare qualcosa di più su questa bellissima realtà che ha la sede in zona Numidio Quadrato, nel cuore della Tuscolana.

L’associazione Made in Jail ha il preciso intento di reinserire i detenuti nella società attraverso lo strumento della formazione in serigrafia, la realizzazione di stampe, loghi, immagini tipiche delle subculture quali quelle carcerarie o metropolitane.

Per oltre 34 anni ha organizzato corsi di formazione in serigrafia in vari istituti penitenziari, il minorile di Casal del Marmo, la terza casa circondariale di Rebibbia, il minorile di Quartucciu a Cagliari e Villa Andreini a La Spezia.

È una realtà molto viva che rende ricco il nostro territorio di tante storie importanti da raccontare. In questo breve documentario scopriamo la qualità del lavoro che Made in Jail offre ai suoi Utenti.

Per chi volesse saperne di più o volesse contattare Made in Jail https://www.madeinjail.com/it/

Ringraziamo Silvio e Fabio per la loro sempre cortese ospitalità.

Siamo molto felici che anche loro e tutta Made in Jail siano Inquilini di Casa Tuscolana.

Video correlati

Scroll to top